Valutazione clinica e strumentale dei pazienti affetti da disordini temporomandibolari di origine muscolare trattati con tecniche manipolative osteopatiche vs. placca occlusale

Clinical and strumental assessment of patients with muscular temporomandibular disorder treated with ostheopatic manipulative treatment vs occlusal splint.
A preliminary study

Tesi di: Asquini Giacomo, Morato Federico
Relatori: Bergna Andrea DO MROI, Dott.ssa Dellavia Claudia
2017-2018

Riassunto

INTRODUZIONE
I Disordini Temporo-mandibolari (TMD) includono un ampio numero di condizioni non fisiologiche la cui natura è multifattoriale. Secondo alcuni autori l’incidenza dei TMD è in aumento nella popolazione mondiale dei paesi sviluppati. Per il trattamento dei TMD di origine muscolare in letteratura scientifica sono descritti diversi approcci sia sull’apparato muscoloscheletrico (massoterapia, terapia manuale articolare e sui tessuti molli, esercizi) che sull’apparato stomatognatico/occlusale (placche). Gli studi spesso analizzano un campione ridotto, presentano errori metodologici e sono difficilmente confrontabili poiché analizzano outcome differenti. In letteratura sono presenti prove di efficacia del trattamento manipolativo osteopatico (OMT) sul dolore muscoloscheletrico, tuttavia non esistono studi clinici a supporto dell’efficacia del trattamento manipolativo osteopatico sui TMD di origine muscolare.
L’obiettivo dello studio è misurare l’efficacia a breve termine del OMT del sistema fasciale cranio-cervicale versus placca occlusale in pazienti affetti da TMD di origine muscolare attraverso una valutazione clinica e strumentale.

MATERIALI E METODI
Il campione è stato diviso in due gruppi: il gruppo sperimentale è stato sottoposto a trattamento manipolativo osteopatico, quello di controllo a terapia con placca occlusale.
Come outcome primario sono stati analizzati i valori elettromiografici della muscolatura masticatoria (POC, BAR, TORS, IMP); gli outcome secondari sono la scala visuo-analogica del dolore (VAS), la Maximum Mouth Opening (MMO) e la disabilità attraverso la scala TM Disability Index.

RISULTATI
Non appena la numerosità campionaria sarà adeguata inizierà l’analisi statistica.

DISCUSSIONE E CONCLUSIONI
In studi recenti è stata dimostrata l’efficacia del trattamento manipolativo osteopatico del sistema fasciale per la riduzione del dolore e l’aumento del Range Of Motion in pazienti con dolore muscoloscheletrico. In letteratura si è visto come alcune tecniche manuali siano in grado di modificare l’attività EMG muscolare.
Appena sarà possibile eseguire un’analisi statistica confronteremo i nostri risultati per vedere se l’OMT può modificare l’attività elettromiografica muscolare e se è efficace sull’aumento del ROM e sulla riduzione del dolore.

Abstract

BACKGROUND
Temporo-mandibular disorders (TMD) are associated with a large number of symptomatic conditions which have a multifactorial cause. According to some authors the incidence of TMD is increasing in the world population.
As for Myogenic TMD treatment, different approaches are described: ones dealing with the musculoskeletal system (massage therapy, manual therapy, soft tissues release and exercises), others with the stomatognathic / occlusal apparatus (splint). Nevertheless, the scientific evidence is low because of small sample, research methodological bias and different outcomes analyzed.
There is evidence of the effectiveness of osteopathic manipulative treatment (OMT) on musculoskeletal pain, anyway there are no clinical studies to support the efficacy of osteopathic manipulative treatment on myogenic TMD.

MATERIALS AND METHODS
The aim of this clinical trial is to assess the short-term efficacy of cranio-cervical fascial OMT versus occlusal splint in patients with myogenic TMD through a clinical and instrumental evaluation.
The sample was divided into 2 groups: the experimental group was treated with osteopathic manipulative treatment, the control one with an occlusal splint.
The primary outcome is the electromyographic value of the masticatory musculature (POC, BAR, TORS, IMP); the secondary outcomes are pain (VAS), Maximum Mouth Opening (MMO) and disability (TM Disability Index scale).

RESULTS
The statistical analysis will begin when the sample size will be adequate.

DISCUSSION AND CONCLUSIONS
The effectiveness of the osteopathic manipulative treatment has been assessed in patients with musculoskeletal pain for reducing pain and increasing range of motion. There is evidence that some manual techniques are able to modify muscle EMG activity.
As soon as a statistical analysis will be possible to perform, we will compare our results in order to understand if OMT can change muscle EMG activity and if it is effective in increasing ROM and reducing pain.