Trattamento manipolativo osteopatico nella donna gravida con feto in presentazione podalica

Osteopathic manipulative treatment in the pregnant woman with breech-presenting fetus

Tesi di: Baio Chiara
Relatori: Vismara Luca DO MROI
2017-2018

Riassunto

INTRODUZIONE
La presentazione podalica si riscontra quando un feto si trova in situazione longitudinale con l’estremità cefalica che occupa il fondo uterino anziché la pelvi materna. La diagnosi viene posta palpatoriamente attraverso le manovre di Leopold, ecograficamente e/o attraverso l’esplorazione vaginale.
L’obiettivo del presente studio vuole valutare se il trattamento manipolativo osteopatico può favorire il rivolgimento cefalico spontaneo.
Il campione preso in considerazione fa riferimento alle classi di Robson 6,7,9. (Fig 5) Materiali e metodi. Il campione considerato fa riferimento alle classi di Robson 6, 7, 9 [38]. Le 8 donne idonee sono state arruolate nel periodo compreso tra aprile 2018 e agosto 2018, a partire dalla 31° settimana di gravidanza, dopo diagnosi di presentazione podalica del feto all’ecografia del 3° trimestre. Ciascuna donna è stata sottoposta ad una seduta, della durata di 45 minuti. A distanza di 48 ore dal trattamento è stato eseguito un controllo della presentazione fetale tramite ecografia trans addominale (US office). I trattamenti sono stati molto eterogenei, personalizzati cioè in base alle disfunzioni rilevate.

RISULTATI
In 5 feti su 8 è avvenuta la versione cefalica; queste 5 donne in cui è riuscito il rivolgimento spontaneo del feto 4 hanno partorito spontaneamente per via vaginale a termine, mentre una ha partorito mediante taglio cesareo per alterazioni del battito cardiaco fetale in travaglio.

DISCUSSIONE
I risultati ottenuti, seppur su un campione limitato, sono incoraggianti. Nonostante i feti in presentazione podalica rappresentino solo il 3-4%, sarebbe importante in termini di salute pubblica, riuscire a ridurre ulteriormente tali presentazioni anomale e di conseguenza ridurre i tagli cesarei potenzialmente evitabili, così come suggerito dall’OMS [38]. In questo senso l’osteopatia, in linea con gli obbiettivi del Piano Sanitario Nazionale, si inserisce in una missione di salute pubblica ben più ampia, volta a tutelare e migliorare la salute della collettività.

CONCLUSIONI
Il presente studio aveva lo scopo di valutare l’efficacia del trattamento osteopatico nel favorire il rivolgimento spontaneo del feto in presentazione podalica. Escludendo il soggetto a cui non è stato possibile effettuare il controllo ecografico a 48 ore, possiamo affermare che il trattamento osteopatico è stato efficace nel 71 % dei casi. Ci sono tuttavia dei limiti in questo studio come la variabilità delle caratteristiche di ogni soggetto e la non possibilità di dividere il campione in base alla settimana gestazionale.

Parole chiave. Presentazione podalica, trattamento manipolativo osteopatico, versione cefalica.

Abstract

INTRODUCTION
Breech presentation is when a fetus is in longitudinal situation with their cephalic extremity localized within the uterine funds instead of the maternal pelvis. Diagnosis is done by palpation through Leopold’s maneuvers, by ultrasonography and/or through vaginal exploration. The object of this project is to evaluate whether Osteopathic Manipulative Treatment can promote spontaneous cephalic version. The study sample refers to Robson classes 6,7,9 (Fig. 5).
Materials and methods. The study sample refers to Robson classes 6,7,9 [38]. The 8 women were recruited in the period between April 2018 and August 2018, starting from the 31st week of gestation, after a diagnosis of fetal breech presentation performed at the 3rd trimester ultrasonography. each woman was subjected to one session lasting 45 minutes. After 48 hours, a control of fetal presentation throughout trans abdominal ultrasound (US office) was carried out. Treatments were very heterogeneous and personalized according to the observed dysfunctions.

RESULTS
Five of eight subjects were found to have cephalic presenting fetuses, among the five women in whom spontaneous version occurred, four subjects delivered spontaneously at term, while one of them delivered through C-section because of fetal heart beat alteration during labor.

DISCUSSION
The results obtained, albeit on a limited sample, are encouraging. Although the fetuses in breech presentation represent only 3-4%, it would be important in terms of public health, to be able to further reduce such abnormal presentations and consequently reduce potentially avoidable caesarean section, as suggested by the WHO [38]. In this sense osteopathy, in line with the objectives of the National Health Plan, is part of a much wider public health mission, aimed at protecting and improving the health of the community.

CONCLUSIONS
The aim of this study was to evaluate the efficacy of osteopathic treatment in promoting spontaneous fetal version in case of breech presentation.
Excluding the subject in whom ultrasound couldn’t be performed after 48 hours, we can state that osteopathic treatment was effective in 71% of cases.
However, this project has some limitations: indeed, subjects presented very variable features and therefore cannot be compared with data describing the percentage of spontaneous fetal version. As a matter of fact, studies discriminate recruited women according to whether they are primiparous or multiparous and according to gestational age;

Key words. Breech presentation, osteopathic manipulative treatment, cephalic version.