Manipolazione osteopatica viscerale come possibile intervento per attenuare disturbi gastrointestinali e del comportamento in bambini con disturbo dello spettro autistico

Visceral osteopathic manipulation as possible intervention to improve gastrointestinal and behavioural disorders in children with autism spectrum disorders

Tesi di: Gandini Chiara, Gamba Silvia
Relatori: Andrea Manzotti DO MROI, Dott. Moderato Lucio, Dott.ssa Panisi Cristina

2017-2018

Riassunto

INTRODUZIONE
“Autismo” è un termine generico che indica una molteplicità di anomalie patologiche del neurosviluppo. I segni più comuni sono prevalentemente comportamentali e fisici, di particolare rilevanza sono i disturbi gastrointestinali. L’obiettivo del nostro studio è quello di valutare se il trattamento manipolativo osteopatico abbia un effetto positivo relativo a queste problematiche in bambini affetti da Sindrome dello Spettro Autistico.

MATERIALI E METODI
Sono stati inclusi nello studio soggetti con sintomi gastrointestinali valutati attraverso i “criteri Rome III” e di età compresi tra i 3 e i 14 anni. I soggetti sono stati suddivisi in 3 gruppi (GOOD, MARGINAL, BAD) in base alla valutazione NAME Index. I trattamenti sono stati eseguiti una volta a settimana per 6 settimane consecutive presso la struttura di riferimento dei servizi dell’autismo per il bambino. Il trattamento si differenzierà in globale o specifico a seconda del risultato delle valutazioni effettuate.

RISULTATI
Tutti i pazienti sembrano aver avuto un miglioramento generale di tutti i parametri valutati in particolare per quanto riguarda il dolore e i disturbi del comportamento. Durante i trattamenti non si sono verificati eventi avversi.

DISCUSSIONE
Sulla base dei dati ottenuti è possibile verificare come l’OMT abbia degli effetti benefici sulle problematiche fisiche e comportamentali dei bambini affetti da sindrome dello spettro autistico. Disturbi gastrointestinali e del comportamento hanno avuto un miglioramento statisticamente significativo, non possiamo dire lo stesso per gli altri parametri nei quali il miglioramento non è di rilevanza statistica. Lo studio ha dei limiti che ci si pone di superare negli anni successivi migliorandone la qualità.

CONCLUSIONE
In conclusione si può dedurre che il trattamento osteopatico contribuisce al miglioramento della qualità generale dei parametri valutati.

Abstract

INTRODUCTION
“Autism” is a generic term that indicates a multiplicity of pathological anomalies of neurodevelopment. The most common signs are predominantly behavioral and physical, of particular relevance are gastrointestinal disorders. The objective of our study is to evaluate whether osteopathic manipulative treatment has a positive effect on these problems in children with Autism Spectrum Syndrome.

MATERIALS AND METHODS
Subjects with gastrointestinal symptoms assessed through the Rome III criteria and aged between 3 and 14 years were included in the study. The subjects were divided into 3 groups (GOOD, MARGINAL, BAD) based on the NAME Index [1] evaluation. The treatments were performed once a week for 6 consecutive weeks at the reference structure of autism services for the child. The treatment will be differentiated in global or specific according to the result of the evaluations carried out.

RESULTS
All patients appear to have had a general improvement in all parameters assessed in particular for pain and behavior disorders. No adverse events occurred during the treatments.

DISCUSSION
On the basis of the data obtained it is possible to verify how the OMT has beneficial effects on the physical and behavioral problems of children with autism spectrum syndrome. Gastrointestinal and behavioral disorders have had a statistically significant improvement, we can not say the same for the other parameters in which the improvement is not of statistical significance. The study has some limits that we set ourselves to overcome in the following years improving its quality.

CONCLUSION
In conclusion, it can be deduced that osteopathic treatment contributes to the improvement of the overall quality of the evaluated parameters.