Una tecnica di rilasciamento mio-fasciale nella regione degli ipocondri può modificare la funzione diaframmatica? Studio preliminare randomizzato controllato su soggetti sani con indagine ecografica con m-mode

Can a myo-fascial release technique in the hypochondria region modify the diaphragmatic function? Preliminary randomized controlled trial on healthy subjects with ultrasound durvey with m-mode

Tesi di: Caputo Luigi, Garavaglia Alice, Garavaglia Emanuela, Mastalli Giordano, Pedrazzini Alberto, Pippa Anna
Relatori: Bergna Andrea DO MROI, Buttafava Lorenza DO MROI

2018-2019

Riassunto

INTRODUZIONE
La proposta dello studio è valutare l’effetto della tecnica di rilasciamento mio-fasciale sul miglioramento della mobilità diaframmatica in termini di ampiezza di movimento e frequenza.

MATERIALI E METODI
Il seguente è uno studio randomizzato controllato (RCT) in doppio cieco. 18 pazienti sani sono stati arruolati e suddivisi in tre gruppi attraverso randomizzazione: gruppo A (trattamento sham), gruppo B (non trattamento), gruppo C (trattamento).
Tutti e tre i gruppi sono stati sottoposti a valutazione ecografica iniziale della mobilità diaframmatica, utilizzando l’ecografo in modalità M-mode, mediante rilevazione dei parametri di ampiezza e frequenza in un minuto. Il gruppo C (n=6) ha ricevuto trattamento mediante tecnica di rilasciamento mio- fasciale indiretta nella regione diaframmatica; il gruppo B (n=6) non ha ricevuto trattamento e il gruppo A (n=6) ha ricevuto un trattamento simulato con durata e posizionamento delle mani uguale al gruppo che ha ricevuto il trattamento. Gli stessi gruppi vengono poi rivalutati ecograficamente, con rilevazione di 1 minuto dei parametri di ampiezza e frequenza.
Viene, infine, effettuato un follow-up per la rilevazione ecografica dopo 10 minuti.

RISULTATI
I risultati sono riportati in una tabella che mostra i 18 pazienti, il gruppo di appartenenza e le frequenze e le ampiezze medie nelle diverse fasi dello studio. Sono indicate inoltre le disfunzioni somatiche pre e post trattamento/non trattamento/sham.

DISCUSSIONE
Lo studio ha evidenziato dei cambiamenti di frequenza respiratoria e ampiezza media del movimento del diaframma nei vari gruppi.

CONCLUSIONI
Il trattamento sham, il non trattamento e il trattamento di rilasciamento mio-fasciale non hanno inciso in maniera determinante nell’alterazione dei parametri di frequenza e ampiezza media. Si deduce che le medie della frequenza e ampiezza rilevate ad inizio trattamento, al termine del trattamento e dopo ulteriori 10 minuti, non hanno subito cambiamenti tali da essere ricondotti alla tipologia di trattamento/non trattamento/sham eseguito.

Abstract

INTRODUCTION
The proposal of the study is to assess the effect of the myo-fascial release technique on improving diaphragm mobility in terms of amplitude and frequency.

MATERIALS AND METHODS
The following is a double-blind randomised controlled (RCT) study. Healthy patients were enrolled and divided into three randomised groups: group A (Sham treatment), group B (not treatment), group C (treatment).
All three groups were subjected to initial ultrasound evaluation of diaphragmatic mobility, using the ultrasound in M-mode, by detecting amplitude and frequency parameters in one minute. Group C (n=6) received indirect myo-fascial release technique in the diaphragmatic region; group B (n=6) received no treatment and group A (n=6) received simulated treatment with duration and positioning of hands equal to the group receiving treatment. The same groups are then re-evaluated ecographically, with 1 minute detection of amplitude and frequency parameters.
Finally, a follow-up is made for ultrasound detection after 10 minutes.

RESULTS
The results are presented in a table showing the 18 patients, the target group and the mean frequencies and amplitudes in the different phases of the study. Somatic dysfunction pre- and post-treatment/non- treatment/sham are also indicated.

DISCUSSION
The study showed changes in respiratory frequency and mean amplitude of diaphragm movement in different groups.

CONCLUSIONS
Sham treatment, untreatment and myo-fascial release treatment did not significantly affect the alteration of the mean frequency and amplitude parameters. It is concluded that the mean frequency and amplitude of treatment at the start of treatment, at the end of treatment and after an additional 10 minutes, have not undergone changes such as to be related to the type of treatment/non treatment/Sham performed.