Ruolo del trattamento manipolativo osteopatico in pazienti disfonici

Role of osteopathic manipulative treatment in dysphonic patients

Tesi di: Fontanella Matteo, Manzoni Lorenzo
Relatore: Buttafava Lorenzo DO MROI

2018-2019

Riassunto

INTRODUZIONE
La balbuzie è un fenomeno cognitivo complesso che fa parte dei disturbi della fluenza. Insorge tipicamente in età prescolare o in età adulta. L’obiettivo dello studio è valutare se il trattamento manipolativo osteopatico possa andare a migliorare la capacità fonatoria, la cinematica respiratoria e le tensioni delle strutture ad esse deputate.

MATERIALI E METODI
Un campione di 4 ragazzi balbuzienti di sesso maschile tra i 20 e i 26 anni, tutti sottoposti a 3 sedute osteopatiche. Prima della prima seduta, alla fine della terza e dopo del follow up (T0; T1; T2) i pazienti sono stati valutati mediante il Biofeedback ProComp Infiniti System® e attraverso un protocollo valutativo osteopatico. All’inizio e alla fine del percorso di ricerca è stato sottoposto ai pazienti il questionario OASES.

RISULTATI
I risultati del Biofeedback, fatta eccezione per il battito cardiaco, evidenziano un abbassamento globale dei valori fisiologici tra T0 e T1, per poi rialzarsi tra T1 e T2. Nella valutazione osteopatica si riscontrano le medesime aree di tensione inter-pazienti le cui valutazioni vanno abbassandosi secondo la scala di valutazione tra T0 e T1, stabilizzandosi o ripeggiorando poi in T2. Non si riscontrano variazioni significative riguardo il questionario OASES, i cui punteggi rimangono invariati.

DISCUSSIONE
È riscontrabile un trend migliorativo per la gran parte delle variabili inerenti alla componente tensionale, ovvero quelle ricavate dalla misurazione del Biofeedback e dalla valutazione osteopatica. Tale andamento si è visto essere ricollegabile alla componente neurovegetativa modulata dalle tecniche utilizzate durante le sedute.

CONCLUSIONE
I dati non permettono di affermare in maniera significativa che il trattamento manipolativo osteopatico abbia una efficacia diretta sulla percezione della balbuzie e sulla fluenza dell’eloquio. Ciononostante, visti i trend positivi, si pensa che si potrebbero ottenere maggiori risultati in studi futuri per quanto riguarda un ulteriore incremento e mantenimento dei progressi nel tempo.

BIBLIOGRAFIA
1. Perez HR, Stoeckle JH. Stuttering: Clinical and research update. Can Fam Physician. 2016 Jun

2. Yairi E, Ambrose N: Epidemiology of stuttering: 21st century advances. J Fluency

Abstract

INTRODUCTION
Stuttering is a complex cognitive phenomenon and is part of fluency disorders. It typically occurs in pre-school or adult age. The aim of the study is to assess whether osteopathic manipulative treatment can improve phonatory capacity, respiratory kinematics and the tensions of the structures responsible for them.

MATERIALS AND METHODS
A sample of 4 stuttering men between 20 and 26 years old, all undergoing 3 osteopathic sessions. Before the first session, at the end of the third and after the follow up (T0; T1; T2), the patients were evaluated using the Biofeedback ProComp Infiniti System® and an osteopathic evaluation protocol. At the beginning and at the end of the research, the OASES questionnaire was submitted to the patients.

RESULTS
Biofeedback results, except for heart rate, show an overall decrease in physiological values between T0 and T1, and then rise between T1 and T2. In the osteopathic evaluation, the same areas of tension were found in all patients, whose evaluations are lowered according to the osteopathic scale between T0 and T1, then stabilizing or worsening in T2. There are no significant variations about the OASES questionnaire, whose scores remain unchanged.

DISCUSSION
There is an improving trend for most of the variables related to the tension component, that are those derived from the measurement of Biofeedback and osteopathic evaluation. This trend can be related to the neurovegetative component, modulated by the techniques used during the sessions.

CONCLUSION
The data do not allow to state significantly that the manipulative osteopathic treatment has a direct effect on the perception of stuttering and on the fluence of speech. Nevertheless, given the positive trends, it is thought that more results could be obtained in future studies regarding a further increase and maintenance of progress over time.

BIBLIOGRAPHY
1. Perez HR, Stoeckle JH. Stuttering: Clinical and research update. Can Fam Physician. 2016 Jun

2. Yairi E, Ambrose N: Epidemiology of stuttering: 21st century advances. J Fluency Disord 2013